Tutto tua madre di J-AX

Il lavoro andava a gonfie vele
La casa una barca che andava giù a fondo
Sai che la mamma aspettava un bambino ma dopo l’ha perso
Io paralizzato come un brutto sogno
Mentre lei piangeva e cadeva in ginocchio
E in quel momento mi si è rotto qualche cosa dentro
Per la prima volta mi sono sentito vecchio
Vittima di una fattura, una stregoneria…

…“Quand’è che ci fate un figlio?”
Tutti la stessa domanda
Io trattenevo la rabbia
Perché avrei voluto spaccargli la faccia
Avevo perso da mò la speranza
Non sopportavo più tutto quel dramma
Ad avere coraggio ci pensava mamma
Tra medicine e le punture in pancia
Messo alle corde anche io
Pensavo alla religione
Se un figlio è un dono di Dio
Forse questa era la mia punizione…

…Ora so che dietro il caos c’è un senso più profondo
Sei nato a Febbraio lo stesso giorno del nonno
Mamma incredula temeva che fosse un miraggio
E i primi mesi ti ha tenuto giorno e notte in braccio

Tutto tua madre di J-AX

Quante persone che scoprono di essere infertili si saranno riconosciute in queste parole. Un testo che ha dato voce a tutte loro in particolar modo agli uomini il cui dolore è spesso sordo e non riconosciuto per dare spazio e sostenere le loro compagne durante i percorsi di PMA cui assistono con la sensazione di impotenza come spiega lo stesso J-AX. Un testo che ha permesso a chi questa difficoltà non la vive di provare quantomeno a immaginare se non comprendere la sofferenza di queste coppie.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...